www.siciliartisti.it

artisti siciliani contemporanei

..dai "pupi di zucchero" alle forme plastiche contemporanee...

 

SICILIART

arti visive, musica e gastonomia siciliana in Spagna

Monzòn 2006

Studenti dell'Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino interpretano liberamente la musica

ARCHIVIO

VILLA BARILE - VIE DELLE CALCARE S.N. CALTANISSETTA

 

CENTRO FORT PIENC - BARCELONA

.... a mano ..... NELIDA MENDOZA

sensualidad

Galleria Civica di Enna Novembre 2007

Fiabe al muro
Gianni Maria Tessari Vinny Scorsone

ARCHIVIO
ARCHIVIO
ARCHIVIO
ARCHIVIO ARTISTI
GIOVANNI GRECO
link ospiti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CARMEN SANZSOTO

Y un mar en la cabeza - Los amantes

 

HIGNACIO HABRICA

 

MICHAEL CRAIG-MARTIN ARTISTA DI FAMA INTERNAZIONALE E MENTORE DI DAMIEN HIRST AGLI INCONTRI DEL CENTRO ARTI VISIVE

Sabato 11 dicembre 2010 - ore 11.30LuogoSalone dell'Annunziata, Chiostro di Sant'Agostino, Via Sant'Agostino 1, Pietrasanta (LU), Italy

Mentre il teschio tempestato di diamanti della super star dell'arte contemporanea Damien Hirst attrae folle di visitatori a Palazzo Vecchio , il suo mentore e insegnante, l'artista Michael Craig-Martin terrà un seminario a Pietrasanta nel chiostro di S.Agostino sabato 11 dicembre alle ore 11:30, prima di recarsi in... visita alla mostra di Firenze ( dove visiterà anche l'antologica di Bronzino a Palazzo Strozzi).
Michale Craig-Martin che parteciperà all'attività didattica del Centro Arti Visive - è sicuramente uno dei principali protagonisti dell'arte contemporanea internazionale, reduce da una serie di prestigiose mostre tra le quali quella dell'Irish Museum of Modern Art, al Kunsthaus di Bregenz e quella alla British School di Roma con catalogo curato da Richard Long.
I seminari promossi dal Centro Arti Visive in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e l'Accademia di Belle Arti di Carrara hanno lo scopo d'indagare i vari aspetti dell'arte contemporanea attraverso l'esperienza dei protagonisti, promuovendo allo stesso tempo il territorio creando un circuito di illustri presenze artistiche internazionali.
Michael Craig-Martin, , è nato a Dublino nel 1941 e si è formato negli Stati Uniti, studiando Belle Arti alla Yale University con insegnanti come Joseph Albers, per ritornare in Inghilterra alla metà degli anni ?60, diventando immediatamente una delle figure chiave della prima generazione degli artisti concettuali britannici.
I suoi lavori scultorei in quegli anni segnano un nuovo percorso nella sperimentazione concettuale dell'arte plastica, legandosi ai principi minimalisti e facendo uso di materiali 'casalinghi poveri' ormai storica la sua opera An Oka Tree (1973).
L'attività creativa è sempre stata accompagnata da un'intensa elaborazione teorica, che ha prodotto numerosi scritti.
A questa si è abbinato un percorso d'insegnamento con metodologie innovative, iniziato nel 1974 al prestigioso Goldsmith College e continuata parallelamente alla carriera artistica.

Ingresso libero

Gli anni '80 segnano l'allontanamento dall'austero bianco e nero che aveva contraddistinto le sue opere, per sperimentare una vasta gamma cromatica nelle sue sculture in rilievo, elaborando un percorso estetico a cui partecipa anche Julian Opie suo allievo in quegli anni al Goldsmith, in seguito protagonista della Young British Art.
Allo stesso modo sculture come Istant Relief (1983), con immagini di medicinali, testimoniano la reciproca collaborazione con l'altro suo allievo Damien Hirst (il cui teschio tempestato di diamanti For the Love of God è attualmente in mostra presso la Camera del Duca Cosimo I a Palazzo Vecchio a Firenze) vera super star dell'arte contemporanea, come Tracey Emin (che ha rappresentato la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia del 2007) altra famosa allieva al Goldsmith.
Con la sua attività di docente e promotore dei giovani artisti ha contribuito in maniera determinante alla nascita e allo sviluppo dell'ultima generazione degli artisti britannici che hanno conquistato i musei, le gallerie e le case d'asta di tutto il mondo.
E' stato tra i principali promotori della leggendaria mostra Freeze (1988), coinvolgendo personalità come Norman Rosenthal (curatore di prestigiose istituzioni come l'Institute for Contemporary Arts e della Royal Academy) e Nicholas Serota (direttore della Tate Gallery).
In questa mostra erano presenti giovani studenti d'arte come Damien Hirst, Gary Hume, Sarah Lucas, Fiona Rae, Angela Bulloch, Mat Collishaw divenute poi vere e proprie art star.
Negli anni '90 riscopre con decisione la pittura ' mai abbandonata ' concentrandosi su quelli che sono diventati i suoi famosi lavori su tela e le complesse installazioni pittoriche e wall paintings.
Craig-Martin è rappresentato della Gagosian Gallery (al primo posto dell'ambitissima Power 100 List delle figure più influenti del panorama artistico internazionale), attualmente in mostra fino al 17 dicembre nella sede di Atene, nell'ambito del programma internazionale della galleria che vede allo stesso tempo esposti nella varie sedi di Gagosian artisti come Picasso (New York, Madison Avenue), Anselm Kiefer (New York, 24 West Street), Robert Rauschemberg (New York 21st Street), James Turrel (Londra), Takashi Murakami (Roma), Cy Twombly e Jean Prouvè (Parigi), Joan Mitchell (Beverly Hills), Alberto Giacometti (Ginevra).
L'opera di Craig-Martin è presente in numerose prestigiose collezioni come il Moma di New York, la Tate Gallery di Londra. Collabora con gli architetti Herzog e De Meuron.

FERDINANDO DI MASO

 

il mio rito - 2008 - olio su tela

 
Sabato 21 Giugno 2008 alle ore 18.00 si inaugurerà il Parco dell'arte e l'annessa Galleria d'Arte Contemporanea della Fondazione La Verde - La Malfa, con sede in Via Pietro Nicolosi n. 29 - 95037 Trappeto - San Giovanni La Punta (Catania).

Il Parco dell'arte, pur avendo natura privata, sarà aperto al pubblico per quel giorno dalle 18.00 in poi e in orari da stabilire di volta in volta nei giorni successivi. Enti pubblici, Organizzazioni e Scuole che intendano far conoscere al pubblico di giovani e meno giovani questa struttura, voluta fortemente dalla Sig.ra Elena La Verde (scultrice, pittrice, incisore e, non ultimo, anche autrice di tutte le istallazioni del Parco), non dovranno fare altro che prenotare la visita ai numeri telefonici 095 7178155 o 338 5078352 o rivolgersi ai due uffici stampa di Catania e Palermo.

Elena La Verde - Il grillo

Le lune, Le grandi scale, La ragnatela, Gli amanti, L'ascesa, sono alcune delle grandi istallazioni disseminate nel parco che consta di diversi ettari. Sono previste per il Parco dell'Arte acquisizioni di opere di artisti di livello nazionale e internazionale compatibilmente con la disponibilità degli autori. Le opere di eventuali donazioni saranno collocate all'interno del Parco dell'arte a spese e cura della Fondazione. Resta inteso che ad ogni autore che intende donare la propria opera saranno assicurate la cura e la manutenzione della stessa. In questi giorni è stata acquisita l'opera Falco di Giusto Sucato, una installazione di oltre 4 metri di altezza che è stata collocata all?interno del Parco. Sono in corso inoltre contatti con altri artisti per ulteriori nuove istallazioni da sistemare all?interno del parco. È stata inoltre assicurata da parte degli artisti: Salvatore Provino, Turi Sottile, Enzo Sciavolino, Franco Mulas, Luciana Anelli, Orazio D'Emanuele, Franco Spena, Aurelio Caruso, Gilda Gubiotti, Franco Nocera, Pino Pingitore, Antonino G. Perricone, Antonella Affronti, la donazione di una loro opera alla Fondazione la Verde - La Malfa, che arricchirà il già cospicuo numero di opere che confluirà nella pinacoteca e che attualmente è costituito da lavori di: Ugo Attardi, Emilio Greco, Arman, Domenico Lazzaro, Girolamo Ciulla, Antonio e Tano Brancato, Valeriano Trubbiani, Elena La Verde, Sebastiano Milluzzo, Antonio Sciacca, Trento Longaretti, Aurelio Bulzatti, Remo Brindisi, Silvio Marchese, Giuseppe Platania e tanti altri.
Alla serata inaugurale interverranno: i critici d'Arte Aldo Gerbino e Giuseppina Radice che faranno il punto sulla Fondazione La Verde - La Malfa. Il critico d'arte Davide Bianco presenterà la mostra di sculture e di installazioni di Elena La Verde.
Viali ben curati invitano l'ospite a visitare ogni anfratto di questo parco e scoprire qua e là divertenti e immaginarie creature meccaniche partorite dalla fantasia creativa di Elena La Verde il cui amore sviscerato per l?arte ne fa una persona amabile e guardinga allo stesso tempo, con la quale però si istaura subito un ottimo rapporto di intesa.
Il Parco dell'arte è una sorta di incontaminato polmone verde situato tra i comuni di San Giovanni La Punta e Catania.

Fondazione La Verde - La Malfa
Parco dell'arte
Via Pietro Nicolosi n. 29 - 95037 Trappeto - San Giovanni La Punta (Catania)
Tel. 095 7178155 - 338 5078352
www.elenalaverde.it - ilparcodellarte@elenalavarde.it

 
Beniamino Figura
Gianluca
Virginia Caldarella

Si e' conclusa nel quartiere Ballaro' di Palermo la 5° edizione di " WOZ - Lab ", un laboratorio aperto di idee progettuali della durata di una settimana dove professionisti provenienti da diverse parti d'Italia si sono incontrati nel luogo prestabilito per "viverlo" sotto diversi aspetti ed elaborare dunque una serie di progetti finalizzati al miglioramento, al recupero e alla riqualificazione delle zone piu' degradate. Presso la Torre di San Nocolo', e' stata allestita per l'intera durata del workshop una mostra di opere d'arte realizzate dagli alcuni studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Catania e Palermo. Il workshop, coordinato da Domenico Cogliandro e dai suoi collaboratori, si e' concluso il 30 Aprile con la presentazione dei progetti.

Domenica 8 Giugno ha avuto luogo a Graniti (Messina) la premiazione degli artisti vincitori del concorso internazionale di scultura "Open Space Artist Alcandara" . La cerimonia di premiazione si é svolta negli spazi esterni del nuovo Museo d'Arte dedicato al Maestro Giuseppe Mazzullo. Quindici artisti di varie nazionalità hanno dato vita per una settimana ad un grande laboratorio a cielo aperto a di Fondaco Motta, frazione del piccolo Comune messinese Motta Camastra situato nei pressi delle famose Gole dell'Alcantara, scolpendo grossi bolcchi squadrati di pietra arenaria che sono stati rapidamente trasformati in pregievoli opere d'arte. Questi i nomi dei partecipanti: Remo Belletti (Italia), Antonella Cirrito (Italia), Leonardo Cumbo (Italia), Claudio Diantoni (Italia), Egidio Iovanna (Italia), Sylvia Loew (Brasile), Sisto Lombardo (Italia), Leonardo Lustig (Italia), Gisvelto Mele (Italia), Carmelo Mingoia, Kyoung-Uk Min (Corea), Adolfo Picano (Italia), Francesco Rugiero (Italia), Mario Termini (Italia), Narcis Nicolae Teodoreanu (Romania). Una commissione di valutazione formata da autorevoli rappresentanti del mondo della cultura e presieduta dall eclettico maestro pittore, scultore e poeta Giuseppe Mannino, dopo un'attenta e per niente semplice valutazione hanno individuato i seguenti vincitori: Primo premio assoluto all'opera intitolata "Rivelazioni delle apparenze" di Leonardo Cumbo; Secondo premio ex aeqo alle opere "" di Remo Belletti, "" di Adolfo Picano e "" di Mario Termini; Terzo premio ex aequo alle opere "" di Egidio o Iovanna e "" di Gisvelto Mele. Oltre ad un premio in denaro gli artisti vincitori hanno ricevuto come trofeo una scultura in acciaio realizzata dal maestro siciliano Nino Ucchino.

Studenti dell'Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino interpretano liberamente la musica
Particolare dell'opera di Mihaela Slav vincitrice del Primo premio assoluto alla prima edizione del concorso "Musica e' Arte"
 
Guillermo Guillemi

El camino perfecto

Guillermo Guillemi nasce a Buenos Aires nel 1960. Realizza le sue suggestive opere d'arte avvalendosi dell'ausilio di sistemi digitali. Vive e opera a Saragoza in Spagna.

 

LEONARDO CUMBO

Artista poliedrico, è approdato ad un linguaggio visivo del tutto personale, originale e al tempo stesso di facile lettura, tanto attraverso l'utilizzazione di materiali e di tecniche più tradizionali, quanto attraverso la sperimentazione di nuove soluzioni espressive utilizzando mezzi e strumenti più 'contemporanei'.

"L’ironia espressiva, leit motif dell’artista, è rappresentata con una simbologia colta dall’universo del quotidiano attraverso la creazione di sculture e installazioni polimateriche multimediali ed interattive e attraverso la scolpitura di grossi monoliti". Leonardo Cumbo si interessa anche di videoarte, di fotografia, di tecniche incisorie e di arte digitale.

( artisti scultori siciliani contemporanei )

LEONARDO CUMBO ALL'EXPO MILANO 2015

L'artista nisseno espone all'EXPO MILANO 2015 nella piazza del Cluster Biomediterraneo le seguenti opere:

"Melamorfosi" istallazione polimaterica in vetroresina colorata, ferro e gesso, la quale indaga i rapporti tra natura (mela, bruco) e tecnologia (spazzolino da denti, vite), tra realtà e immaginazione (il dentifricio che si trasforma in bruco), la capacità dei nostri organi sensoriali di percepire un processo di trasformazione in relazione alla velocità (o meglio lentezza) del suo evolversi. (da mela acerba rosso/verde, a mela matura rossa, a mela marcia violacea)...

"Frutti erotici", istallazione polimaterica in vetroresina, terracotta e cotone,la quale pone l'attenzione sul rapporto tra cibo ed eros, inteso come strumento essenziale alla sopravvivenza delle specie animali e vegetali..

"Paesaggi multipli", otto paesaggi nisseni rielaborati digitalmente e stampati su grandi lastre di alluminio

"Sculture in pietra di Sabucina" dieci 'roll up' con immagini di monumenti realizzati dall'artista per gli spazi pubblici di diversi Comuni della provincia di Caltanissetta

 

VOLO LIB(E)RO - HASANDEDE 2013

MUSEO ARCHEOLOGICO DI ATRI

DAL 4 AL 31 LUGLIO 2012

 

MOSTRA PERSONALE DI LEONARDO CUMBOCATALOGO A CURA DI UGO ASSOGNA

CICATRICI a cura di Diego Gulizia

PORTOGALLO - Galleria Giraldes da Silva, Porto - dal 12 al 28 Febbraio 2011

SPAGNA - Centro Cultural "La Estacion", Guillena, dal 15 al 30 Aprile 2011 / Palacio de Exposizicones "La Pergola", Castellon de la Plana, dal 13 al 15 Maggio 2011

ITALIA - Galleria d'arte " Villa Barile", Caltanissetta dal 16 al 19 Giugno 2011

Lenardo Cumbo presenta circa 40 tele, risultato della sua ricerca ultra-decennale sulle superfici

 

 

Cumbo a lavoro a Cellino Attanasio (Teramo) - - - Luglio 2008 -

ARTZ - Saragoza - Ottobre 2007

 

Lo stand di "Artisticamente" all'Artefiera "ARTZ" tenutasi dal 6 al 14 Ottobre 2007 a Saragoza in Spagna

Memoria di pietra
Gli artisti siciliani Calogero Barba, Leonardo Cumbo, Arcangelo Favata, Lillo Giuliana e Giuseppina Riggi hanno realizzato in diretta nel cortile dell'Istituto Statale d'Arte "F.Juvara di San Cataldo (CL) 5 sculture monumentali per l'arredo artistico degli spazi verdi della scuola.
work in progress
ATTRAZIONE REPULSIVA di Leonardo Cumbo e' un gruppo scultoreo in terracotta ceramizzata e acciaio inox collocata nel maggio 2007 in un sito del centro storico di Calitri (AV) ricostruito dalla Sovrintendenza Regionale di Avellino. L'opera è dedicata al disastroso terremoto che sconvolse l'Irpinia negli anni 80

ARTISTI SICILIANI CONTEMPORANEI